Registro dei progetti di vita delle persone fragili

Arriva il plauso della Fondazione Durante Dopo do Noi di Reggio per la creazione del “Registro dei progetti di vita delle persone fragili”. Dopo l’ok di ieri in sala Tricolore, oggi il percorso che anticipa il Parlamento su questa materia, incassa l’approvazione di Massimo Giaroli, presidente della Onlus reggiana.
“L’idea del registro è davvero buona – spiega Giaroli – La questione viene da noi seguita attraverso lo staff giuridico ed in prima persona dall’avv. Cecilia Barilli che partecipa al tavolo “Guida al Cielo stellato dei diritti” nell’ambito di Reggio Città senza Barriere. Far definire alle famiglie o ai familiari  singolarmente il progetto di vita che hanno a cuore per la persona  fragile  risolverebbe molti dubbi e eviterebbe l’attuale incertezza  sulle decisioni del giudice tutelare. Ancora non è in vigore una legislazione ma il fatto che la nostra Amministrazione si è fatta carico con la mozione approvata ieri è una cosa positiva e fortemente innovativa”.
L’obiettivo del Registro presso lo Stato Civile è quello di dar modo alle persone fragili di poter esprimere in un documento ufficiale i bisogni, i desideri, la propria volontà e le proprie aspirazioni.