Ricominciamo da Noi, corso-percorso per chi vive a fianco della disabilità

Un corso-percorso per chi vive a fianco di persone con disabilità e problematicità. “Ricominciamo da noi” prenderà il via a Reggio Emilia a fine novembre e proseguirà sino a febbraio con diverse iniziative.

L’attività è organizzata dalla Fondazione Durante e Dopo di Noi e dalle associazioni Sentire le Voci e Casina dei Bimbi, tre realtà accomunate dalla “convinzione che il primo passo per costruire percorsi verso il “dopo di noi” sia il cambiamento che consenta alla famiglia di diventare luogo di opportunità e crescita per tutti i suoi componenti, poiché ogni persona – nonostante le disabilità, fragilità e stanchezze di cui tutti siamo portatori – possiede risorse da coltivare e fare crescere”.

Il corso è articolato in 4 incontri mensili che si svolgeranno una volta al mese da novembre a febbraio, di sabato mattina dalle 9 alle 12 ed è rivolto a persone con disabilità e/o problemi di natura psichiatrica / esistenziale, ed ai loro familiari/persone che vivono la stessa realtà relazionale.

Alle lezioni prenderanno parte anche facilitatori esperti nei lavori di gruppo e l’aiuto e la consulenza di Francesco Bocci, psicologo, psicoterapeuta, docente, responsabile organizzativo della didattica della Scuola Adleriana di Psicoterapia di Brescia. Bocci, partendo dalle proposte e dai bisogni emersi nei gruppi, aiuterà poi ad immaginare progetti e percorsi concreti di supporto.

Il costo della partecipazione è di 50 euro a nucleo familiare, cifra da versare all’atto dell’iscrizione ai gruppi il 30 novembre. 

Per favorire l’organizzazione si prega di inviare entro e non oltre il 20 novembre una mail a info@durantedopodinoi.re.it compilando il modulo apposito.

Scarica qui:

Per ogni ulteriore informazione chiamare il numero 333 6957831.

Casa Domani, presto al via l’appalto

La nostra architetta Marzia Zamboni, con i tecnici di Acer e il supporto del Criba, ha approntato il progetto definitivo e presto partirà l’appalto di Casa Domani. L’importo complessivo per Casa domani è di 272.652 euro. A oggi le entrate, per un totale complessivo raccolto di 167.172 euro, sono state queste: 119.824 euro da bando regionale, 20.000 in risorse proprie della Fondazione ​da svincolare​, altri 20.000 da Fondazione Manodori, 3.000 euro da Banco BPM, 400 dal Rotary, 300 dal Coro di Sesso, 2.200 da privati, più 938 euro provenienti dalla cena benefica a Sesso e 210 dalla mostra mercato.
La cifra che dobbiamo ancora reperire è di 105.480 euro

L’opera rock Tommy a Casalgrande per sostenere la Fondazione 

Andrà in scena il prossimo sabato 9 novembre alle ore 21 presso il Teatro De Andrè di Casalgrande l’opera rock Tommy curata da The Rock Orchestra Ensemble. L’incasso sarà devoluto alla Fondazione Durante e Dopo di Noi per sostenere Casa Domani.

The Rock Orchestra Ensemble nasce da un’intuizione di Antonio Zironi, nella primavera del 2010, con l’obiettivo di conciliare musica e solidarietà. Coinvolgendo alcuni amici musicisti comincia ad impostare la struttura dell’opera Rock Tommy e successivamente entrano a far parte del gruppo altri musicisti con diverse esperienze e conoscenze musicali.  Dopo quattordici mesi di preparazione The Rock Orchestra Ensemble debutta con due date consecutive, nel 2011, all’auditorium Enzo Ferrari a Maranello facendo “il pieno” di pubblico in entrambe le serate.

Sulla scia di questo entusiasmante risultato e dei commenti positivi ricevuti da parte chi è intervenuto ai concerti, si è deciso di continuare a proporre questa versione di Tommy dal forte impatto sonoro e scenografico (15 tra coristi, musicisti e addetti alla regia) senza dimenticare la solidarietà. Nella seconda parte del concerto spazio a una raccolta di brani storici degli Who. 

The Rock Orchestra Ensemble è composto da
Voce: Antonio Zironi, Chitarra: Mirko Carlini, Chitarra: Massimiliano Morini, Basso: Roberto Nemesini, Batteria: Francesco Bursi, Tastiera: Gianluca Cantergiani, Sax Tenore: Paolo Iotti, Tromba: Vittorio Cuoghi Costantini, Trombone: Fabio Vecchi, Percussioni: Marcello Ganzerli, Coro / Violino: Fausto Cigarini, Coro: Loretta Ferrari, Coro: Francesco Cigarini.

Per informazioni e prenotazione biglietti (15 euro) scrivere a info@durantedopodinoi.re.it

Casa della Corte e Dopo di Noi in montagna

Dal 27 al 29 settembre si terrà a Casalgrande la 16° Festa della solidarietà alpina che vede tra i beneficiari della raccolti fondi anche la Casa della Corte e il Dopo di Noi di Cavola. Domenica 29 alle 15 saranno estratti i numeri fortunati della lotteria.

Pranzo di solidarietà a Cavola, il resoconto

Domenica 23 Giugno al Cavola Forum di Cavola di Toano si è svolto con successo il pranzo di raccolta fondi per il Durante e Dopo di Noi in montagna. L’evento è stato reso possibile grazie ai nostri soci Silvana Monticelli e Luigi Casini, e alla collaborazione del presidente e dei volontari della Pro-loco.

Erano presenti tra gli altri il sindaco, il vicesindaco, il  parroco, il rappresentante degli alpini e il presidente del comitato locale della Croce Rossa, la  consigliera regionale  Ottavia Soncini e suo marito Massimo Gazza, ex sindaco di Boretto.

Il ricavato netto del pranzo è stato di 860 euro. 

La nostra socia Silvana  Monticelli ha fatto un interessante intervento, che ha fornito alcuni elementi su cui ragionare nel consiglio di amministrazione per ampliare l’utilizzo dell’appartamento per il Durante e Dopo di Noi “Casa della Corte”, jn occasione del prossimo rinnovo del contratto di comodato.

A Cavola un pranzo di solidarietà per i progetti Durante e Dopo di Noi

Per sostenere i progetti Durante e Dopo di Noi di Cavola (Toano) e de il Ginepro, la Fondazione promuove un pranzo domenica 23 giugno al Cavola Forum alle ore 12.30.

La giornata sarà allietata dalla musica del Barni Show.

Per prenotazioni: 338 7305742 (Silvana) e 348 7950583 (Luigi)

Assemblea dei soci della Fondazione • 22 maggio 2019

Si terrà il prossimo mercoledì 22 maggio presso la sede di via Filangieri 15 alle ore 17.30 l’assemblea dei soci della Fondazione Durante e Dopo di Noi. All’ordine del giorno, la surroga del collegio dei sindaci revisori, la presentazione del bilancio consuntivo 2018 e la presentazione dei nuovi soci.

Budget di progetto verso il Dopo di Noi. Co-costruzione di prassi condivise

Un Corso-percorso per la costruzione di prassi condivise intorno alle misure dirette a supportare il percorso di vita delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare.
A partire dal 7 maggio saranno tre i momenti che la Fondazione Durante dopo di noi ha promosso e organizzato in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia – Servizio Programmazione del Welfare e AUSL di Reggio Emilia -Servizio Handicap Adulto.

MARTEDÌ 7 MAGGIO

Ore 15-16 – Senso e organizzazione del corso: Innocenza Grillone presidente fondazione DDN di Reggio Emilia
– Legge 112/2016: principi ed orientamenti: Luigi Mazza responsabile dello sviluppo delle politiche sociosanitarie per disabili – Regione Emilia Romagna
– L’esperienza della mamma di Stefano (Liliana Foffa presidente della Fondazione Stefylandia di Salò) Ore 16-17.30 Lavoro di gruppo su 2 casi concreti:
Coordinatori: Luisa Sironi e Giulio Trevisi – Documentazione Lisa Bigliardi
Lucio Pederzoli e Cecilia Barilli – documentazione Federica Toschi
Ore 17.30-18 Chiusura dei lavori

MARTEDÌ 21 MAGGIO ORE 15 – 18

Ore 15-16 – Il nostro contesto: dott Lucio Pederzoli responsabile Handicap Adulto ausl distretto di Reggio Emilia – Una esperienza concreta: Welfare di comunità ecosostenibile – Vittorio Ciacchi: presidente gruppo Welcome Vittorio Veneto
Ore 16-17.30 – Lavoro di gruppo su 2 casi concreti:
Coordinatori: Luisa Sironi e Giulio Trevisi – documentazione Lisa Bigliardi, Mara Ametta e Cecilia Barilli documentazione Federica Toschi Ore 17.30-18 Chiusura dei lavori

MARTEDÌ 28 MAGGIO ORE 15 – 18

Ore 15-16 – Come costruire prassi condivise Elena Davoli FDDN Reggio Emilia L’esperienza della FDN di Bologna: Luca Marchi direttore Fondazione Dopo di Noi Bologna

0re 16-17 Lavoro di gruppo su due casi concreti: Coordinatori dei gruppi: Luisa Sironi e Giulio Trevisi – documentazione Lisa Bigliardi Mara Ametta e Cecilia Barilli – documentazione Federica Toschi
Ore 17-18 Chiusura dei lavori in plenaria

Il corso-percorso è rivolto ad operatori e familiari che garantiscano la presenza a tutti e tre gli incontri fino a un massimo di 30 persone
Segreteria organizzativa Fondazione Durante e Dopo di Noi via Filangieri 15 Reggio Emilia
Iscrizione obbligatoria mandando una mail a info@durantedopodinoi.re.it entro il 30 Aprile

Cinque fotografi per Casa Domani

Cinque fotografi per Casa domani. Si terrà i prossimi 11 e 12 maggio presso la sala civica della Polveriera in piazzale Oscar Romero la mostra mercato delle opere fotografiche che cinque fotografi reggiani hanno donato alla Fondazione Durante dopo di noi. Il ricavato della vendita delle fotografie sosterrà il progetto Casa Domani, la casa-ponte che verrà realizzata a Foscato entro 2020. Una tappa importante del percorso che porterà le persone con disabilità a Reggio Emilia a vivere un domani a casa propria.

I fotografi coinvolti in questa bella iniziativa sono Clarissa Canepari, Noemi Grossi, Domingo Davoli, Simona Carletti e Giulia Bertolini.

L’esposizione sarà aperta al pubblico sabato 11 dalle 15 alle 19,30 e domenica 12 dalle 10 alle 12,30 e dalle 15 alle 18. L’offerta è libera a partire da 30 euro.

Per informazioni: Giuliano Corbelli 346 7900810

Lettera aperta ai candidati sindaci dei Comuni al voto

In vista delle elezioni amministrative di maggio, la Fondazione Durante e Dopo di Noi di Reggio Emilia con le associazioni DarVoce, Emmaus, Face, Gis, Sostegno e Zucchero e Valore Aggiunto ha inviato una lettera aperta ai 34 candidati sindaci dei Comuni presenti nella provincia di Reggio Emilia. A loro si chiede un’assunzione di responsabilità per dare impulso  all’attuazione concreta degli accordi di programma per i servizi rivolti alla popolazione disabile.

 

Ai candidati sindaci dei Comuni al voto
della provincia di Reggio Emilia

 

Vista la dichiarazione ONU del 2006 recepita dal governo italiano nel 2013

Vista la Legge 112/2016 sul “Dopo di noi”

Visti i poteri che la legge attribuisce ai sindaci

Visto l’aumento in questi ultimi anni del numero delle persone con disabilità e la fragilità dei loro nuclei familiari

Apprezzando l’attenzione e la sensibilità delle istituzioni della provincia reggiana nel creare servizi e occasioni di inclusione sul territorio per migliorare la loro condizione di vita e quella delle loro famiglie

 

Noi, presidenti della

Fondazione Durante e Dopo di Noi di Reggio Emilia

e delle seguenti associazioni di volontariato socie della Fondazione

DarVoce

Emmaus

Face

GIS

Sostegno e Zucchero

Valore aggiunto

consapevoli che la qualità di un’amministrazione si misura dalla qualità dei servizi e delle opportunità rivolte alle persone più fragili e del fatto che il tema della disabilità non ha colore politico di appartenenza

chiediamo

ai candidati sindaci dei Comuni della provincia di Reggio Emilia in cui si svolgeranno le elezioni amministrative nel maggio del 2019 un’assunzione esplicita di responsabilità  finalizzata a dare impulso  all’attuazione concreta degli accordi di programma per i servizi rivolti alla popolazione disabile (in particolare per la costruzione di un nuovo modello di valutazione sociosanitaria integrata (UVH) e  ad impegnarsi realizzare nei loro territori un nuovo e più funzionale approccio integrato socio sanitario che sia in grado di

  • Garantire in tutto il ciclo di vita accompagnamento e coinvolgimento della famiglia e condivisione degli orientamenti, in particolare sui processi di autonomia e sulle tecniche di comunicazione (come per esempio la CAA Comunicazione aumentativa).
  • Sostenere la famiglia e la persona con disabilità promuovendo e sostenendo la accessibilità e la fruibilità dei servizi già esistenti.
  • Costruire ​nuove modalità di accesso e nuovi servizi pubblici e pubblico-privati che rispondano meglio ai nuovi bisogni, magari ottimizzando e facendo sinergia con i presidi territoriali (Case della salute in primis) e con tutte le risorse formali e informali del territorio, per un nuovo ruolo della cooperazione sociale nei processi di innovazione del sistema stesso. 
  • Incentivare le occasioni di  formazione sulla legislazione vigente e creare punti di ascolto/informazione su esigenze specifiche e di conoscenza delle opportunità presenti a vario livello. 
  • Creare percorsi individualizzati o di gruppo, finalizzati all’uscita serena e graduale dalla famiglia in prospettiva del venir meno del sostegno genitoriale.
  • collaborare con le fondazioni del “Dopo di noi” nell’attivazione di progetti di vita e residenzialità innovativa, strettamente connessi con il territorio attraverso l’attivazione di strumenti che facilitano la continuità dei percorsi e lo scambio delle informazioni (es. passaporto).
  • Sostenere l’azione di sussidiarietà svolta dalle associazioni del territorio in collaborazione con i servizi, valorizzare il loro  ruolo di ricerca di buone pratiche inclusive, incentivare la loro la partecipazione ai tavoli decisionali.
  • Attivare confronti con la Regione per monitorare e approfondire possibilità di miglioramento della legge 14 (e dei decreti attuativi della legge 112/2016), a partire dalla consapevolezza civile e civica che sta alla base della legge stessa che intende affrontare il tema della disabilità in un contesto ampio, andando quindi oltre ai soli bisogni sanitari e assistenziali.