Casa Domani

Un intervento di residenzialità innovativa

Casa domani è un nuovo modo di abitare spazi privati che si possono condividere e si possono spalancare al quartiere. Nella palazzina Acer in via Foscato 19 sono previsti cinque appartamenti senza barriere architettoniche.

La futura Casa Domani al quartiere Foscato

Due appartamenti saranno allestiti al primo piano. Accoglieranno 4-5 persone con disabilità e le aiuteranno a sviluppare competenze utili alla gestione della vita quotidiana. In questi spazi troverà posto anche una stanza per l’operatore presente a supporto degli ospiti.

Altri tre appartamenti sorgeranno al pianterreno: un appartamento sarà destinato all’attività di “ostello solidale” per il sostegno notturno agli abitanti della casa, o per il ricovero temporaneo in caso di emergenza.

Un altro appartamento verrà utilizzato dalla Fondazione Durante dopo di Noi per incontri e consulenze. Infine, un terzo appartamento, d’intesa con i servizi sociali, il quartiere e il centro sociale, sarà utilizzato per la condivisione di servizi con realtà culturali ed associative del quartiere.

Casa Domani: a che punto siamo?

SOSTIENI CASA DOMANI

• Dona il tuo 5 per 1000 CF 91167860351

• Effettua una donazione sul conto intestato a
Fondazione Durante e Dopo di Noi
di Reggio Emilia onlus
Iban IT26Q0303212810010000004468

Ogni donazione può essere detratta dalla dichiarazione dei redditi. 

••• ULTIME NEWS •••

Casa Domani, presto al via l’appalto
Cinque fotografi per Casa Domani
Casa Domani, al Quartiere Foscato una casa speciale per un nuovo modo di abitare
Una cena benefica per Casa Domani
L’opera rock Tommy a Casalgrande per sostenere la Fondazione

 

FOCUS: Casa Domani, una casa innovativa

L’innovatività di Casa Domani consiste nel riuscire a far convivere differenti realtà per mettere in atto una sorta di percorso di distacco dalla famiglia, in un ambiente inclusivo, molto eterogeneo e partecipato. Un modo innovativo di percepire l’abitare.
In questo passaggio, da una tipologia all’altra di abitare (spazio privato abitativo, spazio privato condiviso, spazio condiviso con il quartiere pubblico), si sperimentano i diversi gradi di autonomia per diversi gradi di disabilità, sia nel Durante (sollievo pianificato e sollievo di emergenza, palestra di vita e prove generali del Dopo) sia nel Dopo di Noi.
Con il “mini-ostello solidale” Casa Domani propone un modo innovativo di gestire l’emergenza urgenza.
La scelta e le modalità di inserimento degli ospiti (sia persone con disabilità che studenti/operatori/figure di appoggio), la gestione della quotidianità e dei progetti educativi, l’accompagnamento delle persone e delle loro famiglie, la scelta delle tipologie dei servizi da inserire negli spazi pubblici condivisi ecc, saranno oggetto di una co-progettazione con le istituzioni, con il sistema dei servizi e con il territorio.